Meteo: Marzo pazzerello

21.03.2021

Strascichi d'inverno

Sabato 20 Marzo è iniziata la primavera, domenica mattina Redipiano si è svegliato così:

 Decisamente molto diverso di come uno si aspetta. Un detto popolare recita; "Marzo pazzerello esce il sole e prendi l'ombrello", ma qui mi sembra che si esageri!
A dire il vero è già da un po' di anni che la situazione climatica sembra diversa, le persone di una certa età continuano a ripetere che non esistono più le mezze stagioni come la primavera e l'autunno. Si passa dal freddo gelido dell'inverno al caldo torrido dell'estate e viceversa, senza i periodi di transizione di clima mite. A dirla tutta sembra quasi che non esista più l'inverno. Neve, pioggia e freddo ormai non sono caratteristiche di un periodo ma si scatenano casualmente, e spesso in modo disastroso. Probabilmente tutto questo fa parte delle normali transizioni climatiche che sul nostro pianeta si sono verificate nel corso dei millenni, ma sicuramente l'uomo, con il suo modo sconsiderato di agire, sta contribuendo in modo significativo a questi cambiamenti.
A questo proposito vi voglio proporre un tema svolto da un'alunna di terza media, su una traccia che riguardava l'ambiente e il proprio rapporto con la natura e quale fosse l'importanza della natura stessa.

Il tema è stato svolto da Sibio Barbara, 14 anni, che frequenta la 3° media dell'istituto comprensivo "L. Settino" di San Pietro in Guarano (CS):

La natura. Il dono più bello e più importante che possediamo sulla Terra, che dovremmo proteggere e soprattutto rispettare ogni giorno sempre di più.

Come scritto sopra io penso che dovremmo tenerci stretto questo prezioso regalo che ci è stato fatto e dovremmo prendercene cura quasi, se non come una figlia. Ci sono miriadi di progetti, associazioni, propagande e petizioni che milioni di persone prendono come esempio per imparare a trattare bene la nostra casa, come: INFEAS (Sistema Regionale di Informazione ed Educazione alla Sostenibilità), La Grande Macchina del Mondo, Un Pozzo di Scienza, WWF (World Wide Fund for Nature), LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) e tantissimi altri.
Ricordiamo e dovremmo prendere come esempio eroi ed eroine come: Greta Thunberg, Bill McKibben, Johan Rockstrom, Jane Goodall...

Purtroppo ad oggi sono ancora molte le persone che nel loro piccolo (anche semplicemente facendo la raccolta differenziata o gettando una carta a terra piuttosto che nel cestino) non si impegnano per nulla a preservare l'ambiente e il nostro bellissimo pianeta. Si sente spesso parlare di surriscaldamento globale, intere razze a rischio di estinzione come: panda, koala, elefanti, orsi polari ecc... di scioglimento dei ghiacciai e quindi elevato aumento dei livelli delle acque oceaniche, ma anche riduzione di terraferma che porterebbe animali come i pinguini o altre razze antartiche all'estinzione. Possiamo ricordare eventi come l'incendio della foresta amazzonica, il polmone della Terra, l'incendio in Australia dove sono morti migliaia e migliaia di poveri animali, tra cui koala, canguri e tantissimi altri. Per non parlare poi dello spudorato aumento della produzione di rifiuti, intere isole composte solamente da spazzatura, discariche ormai arrivate al limite e di conseguenza inquinamento delle acque, cosa che porterebbe alla morte di molti pesci o comunque alla loro contaminazione, che noi ingenuamente portiamo sulle nostre tavole e chissà quante particelle micro-plastiche abbiamo ingerito e continuiamo ad ingerire ogni giorno.

Tutti noi possiamo fare qualcosa, anche utilizzando durante la giornata la regola delle tre R: riduci, riusa e ricicla; facendo la raccolta differenziata, preferendo le buste di stoffa a quelle di plastica o riutilizzando più volte la stessa bottiglietta dell'acqua. Non dobbiamo restare fermi a guardare, stiamo distruggendo casa nostra e ad una velocità impressionante, andando avanti di questo passo non ci resta ancora molto da vivere, perché si riverserà lentamente tutto su di noi, sono più che sicura che la natura un giorno si vendicherà di tutto questo, anzi, lo sta già facendo tramite la pandemia di covid-19, questo terribile virus che ci ha stravolto la vita, che sta uccidendo milioni e milioni di persone ogni giorno. Tutto questo a parer mio è un avvertimento, dobbiamo fermarci, dobbiamo fare qualcosa.