Pazzi Giochi in Piazza 1985

Pazzi Giochi in Piazza 1985

La terza edizione dell'agosto 1985 rappresenta la definitiva consacrazione dei Pazzi Giochi in Piazza. Come gli anni precedenti la raccolta dei contributi popolari inizia nel mese di giugno. La gente aspetta, conosce l'iniziativa e corrisponde alle richieste e stimola a continuare l'esperienza dei precedenti anni. Vengono consolidate tutte quelle iniziative che hanno riscontrato successo di pubblico, ma nello stesso tempo se ne inseriscono altre, ritenute valide per lo spirito della manifestazione.
Tra queste la più importante è sicuramente la corsa degli asini, denominata per l'occasione "1° Palio du Frunzinu" (frunzinu=campanello che i pastori attaccano al collo delle capre e delle pecore). La sede prescelta per la singolar tenzone ricade sul campo di calcio "Peruzzo". Vengono reclutati tutti gli asini che ancora sono presenti mella zona di Redipiano e delle campagne limitrofe. I quattro asini recuperati, vengono assegnati ad ogni concorrente dei rispettivi rioni. I fantini prescelti sono Andrea Magnelli per Via Panoramica, Franco Panza Per Terratelle, Flavio La Cava per Cozzo Mare e Tonino Magnelli per Via Stazione. Alla fine dei tre giri previsti dalla gara, la spunta Andrea Magnelli che riesce, con notevole abilità, a gestire i capricci del suo ciuchino.
Al termine della gara, va in scena la memorabile esibizione di Zù Mariano e "Scirappa" (Mariano Carricato) che, in groppa al suo asinello, percorre due giri di pista domando con grande esperienza e maestria la bestia che remissiva obbedisce ai suoi comandi.

Altra grande novità di questa edizione è la "Serata per Mandolini e Chitarre". Già durante l'inverno precedente si era pensato di fare un concerto con musicisti esclusivamente del posto. Dopo accurata ricerca si mette in piedi un piccolo gruppo formato da cinque elementi: Ettore Barbuscio (mandolino), Girlando Bruno (mandolino), Giuseppe Marsico (mandolino), Ettore Bruno (chitarra), Clemente Ferraro (chitarra). Il quintetto, con grande entusiasmo, abbozza una scaletta di canzoni ed inizia un lungo periodo di prove che culmina nel concerto previsto in programma la serata del 11 agosto. In una Piazza Frate Umile gemita di pubblico, va in scena una delle più importanti e suggestive serate di tutta la storia dei Pazzi Giochi in Piazza. Il pubblico è trascinato per più di due ore dalla coinvolgente musica che sprigionano i cinque maturi musicisti.

VIDEO DELLA MANIFESTAZIONE

PRIMA PARTE

SECONDA PARTE

TERZA PARTE

QUARTA PARTE

QUINTA PARTE

CONCERTO PER MANDOLINI E CHITARRE

IL MANIFESTO UFFICIALE